LA FAMIGLIA AL PRIMO POSTO: IO SONO CRISTIANO

1 292

 

 

Ormai tutto rientra sotto la logica della strumentalizzazione. E’ molto facile organizzare cortei, urlare. Il grande e grave pericolo però questa volta lo devo dire arriva da quelle manifestazioni dietro le quali ci sono coloro che si definiscono progressisti, che si battono per quelli che definiscono i loro diritti lesi, e poi cosa fanno, sempre queste persone: OFFENDONO CHIAMANDO GLI ALTRI BUFFONI.
A loro faccio i miei più vivi complimenti. RICORDATEVI CHE I DIRITTI NON SONO SOLO PER VOI. SE VOLETE RISPETTO SIATE I PRIMI A RISPETTARE.
LA FAMIGLIA AL PRIMO POSTO, IO SONO CRISTIANO

 

1 Commento
  1. Andrea dice

    Purtroppo gli arrabbiati pionieri delle “colonizzazioni ideologiche” (uso un’espressione di papà Francesco) colgono ogni occasione utile per gridare il loro anticlericalismo e l’odio verso il Cristianesimo. Niente di molto diverso da quello che avveniva negli anni ’70, al tempo delle battaglie su divorzio e aborto. Il grave ai nostri giorni è che tutto questo accade nella completa quiescenza dell’opinione pubblica, anche di molti sedicenti cristiani, ormai conquistati e neutralizzati dal fascino collettivo del “pensiero unico”. Viviamo in un’epoca in cui chi ancora si riconosce nel Vangelo di Gesù di Nazareth, è chiamato ad abbandonare timidezze e solitudini e ad uscire allo scoperto, nella ordinarietà dei suoi impegni quotidiani. Evitiamo di isolarci dagli altri fratelli cristiani: questo, più che in passato, è tempo di essere Chiesa di Cristo nel mondo, accoglienti, comprensivi, aperti e misericordiosi, ma decisamente presenti. Buona domenica in “laetare”.

Lascia una risposta