GUIDA DEL CRISTIANO – PREFAZIONE

0 51

 

PREFAZIONE

 

Nominato, nel 1945, Parroco della Chiesa di S.Stefano Protomartire in Tuoro di Caserta, mi accinsi alla delicata missione da Dio affidatami, dando inizio ad un programma d’istruzioni, di preghiere, di sacre funzioni, di osservanze liturgiche.

Trascorso del tempo, anzi parecchio tempo, ebbi a constatare, che il popolo accorreva numeroso alla Chiesa; ma seguiva le funzioni sacre in maniera del tutto automatica; che biascicava le preghiere, ma senza comprendere il senso che esse racchiudono; che osservava in certo qual modo la comune liturgia, ma in modo disordinato.

Mi convinsi che per ottenere un radicale miglioramento sarebbe stato un compito molto arduo per il Parroco, o addirittura impossibile, e pensai alla necessità di una Guida comune, consacrata iu un manuale, ordinata cronologicamente, di facile stile e alla portata di tutti.

Iniziai allora, e con ferma volontà e con l’aiuto di Dio, ho portato a termine il presente Manuale di Preghiere e Pie Pratiche, diviso in due parti:

La prima parte comprende: preghiere individuali del cristiano; un po’ di catechismo specie per gli adulti; i sacramenti della penitenza e dell’eucarestia; il santo rosario; Massime utili al cristiano; devozione dei 15 sabati; raccolta di preghiere per ottenere l’aiuto divino; esercizio della via crucis; Corona dei sette dolori della Addolorata, ecc.

La seconda parte comprende: Brevi cenni storici – coronale – preghiere ed inni sacri delle festività di Gesù Cristo, della Vergine Santissima e dei santi più comuni nonché istruzioni e svolgimento dell’apostolato della preghiera; istruzioni sulle missioni.

In tal modo, sotto la paziente direzione del parroco, il devoto lettore e buon cristiano può istruirsi, acquistar maggiore fervore nella pratica delle preghiere, può giovarsene in Chiesa e a casa, e se di buona volontà, può propagandalo per le famiglie.

E siccome il contenuto del presente manuale riflette lo svolgimento generico della vita cristiana, i cui fattori sono il Parroco ed il popolo, né vien da sé che parroci e rettori di Chiese (costretti molte volte a cercare in diversi libri notizie che loro occorrono) possono giovarsi di tale manuale, se lo trovano rispondente allo scopo.

A lavoro ultimato, rileggendo il tutto, mi pare d’aver fissato un vero ordine nello svolgimento dell’apostolato parrocchiale, da cui il cristiano devoto può trarre maggior profitto per l’anima sua e può dare maggior gloria a Dio e da qui il titolo del manuale “Guida del Cristiano”.

Ho piena fiducia che Iddio, il dato di ogni bene, fecondi con la sua grazia questo tenue seme che vorrei istillare nel cuore di coloro, che si benigneranno di leggermi e che le anime traviate e pervertite trovino in questo libro la vera luce, che li condurrà da colui che disse di sé: “Io sono la luce del mondo”.

Quale scopo avrà questo volumetto da me pazientemente compilato? Solo quello di additare alle anime i floridi sentieri della vera pietà cristiana, e mi lusingo che quanti, attraverso queste pagine, leveranno i loro cuori a Dio, alla Vergine, ai santi, pregheranno qualche volta anche per me.

Parr. Nicola Suppa

Tuoro di Caserta, 26 dicembre (Festa di S. Stefano) 1952

Lascia una risposta